Dab+: dall’Assemblea generale WorldDAB 2020 interessanti novità

La Svizzera pronta a disattivare i servizi radio analogici a partire dall’estate 2022; la Francia che conferma i suoi piano per il lancio d Dab+; la Germania che ha da poco lanciato un secondo multiplex nazionale.
Sono alcune delle novità emerse in occasione della recente Assemblea generale WorldDAB 2020 che si è svolta in presenza di 200 partecipanti e con oltre 50 relatori. Il presidente di WorldDAB, Patrick Hannon (nella foto), ha fornito un aggiornamento sui principali sviluppi di DAB + in Europa, Asia, Africa e Medio Oriente, evidenziando tre delle priorità dell'organizzazione: fornire messaggi chiari sui vantaggi di DAB +; garantire che DAB + sia incluso nei ricevitori delle auto; promuovere DAB + presso nuovi mercati.

Nel corso delle diverse sessioni, è stato approfondito lo stato di lancio di DAB + in una serie di mercati chiave. In Germania, ad esempio, è appena stato lanciato un secondo multiplex nazionale che raggiunge l'83% della popolazione. La Francia, che ha confermato i suoi piani per il lancio del DAB + nazionale nel 2021, prosegue con l’espansione dei servizi DAB + in ambito locale. Nei giorni scorsi è stata la volta di Tolosa e Montauban e subito dopo di Bordeaux e Arcachon. DAB + è già in onda a Parigi, Marsiglia, Nizza, Lione, Mâcon, Nantes, La Roche-sur-Yon, l'Alsazia, le Nord, il Pas-de-Calais e la Seine-Maritime.
Nel Regno Unito, le stazioni DAB hanno continuato a essere lanciate anche durante questi mesi di emergenza sanitaria. L'ascolto digitale ora rappresenta il 60% di tutti gli ascolti, il 70% dei quali è in DAB. Nella Repubblica Ceca, la copertura raggiunge ora il 95% della popolazione e l'emittente pubblica Czech Radio ha annunciato la graduale eliminazione delle trasmissioni in onde lunghe e medie a partire dal 2021.
In Svizzera, l'emittente pubblica SRG SSR sarà la prima nell'estate del 2022, a disattivare i servizi radio analogici, seguita dalle stazioni private entro gennaio 2023. In Italia, le vendite al consumo di ricevitori DAB + sono quasi triplicate nella prima metà del 2020.

Un'intera sessione dell’Assemblea è stata dedicata al DAB + in auto, semmai ce ne fosse bisogno, che la radio continua a essere una delle applicazioni multimediali più utilizzate nelle auto, ma con l'interesse crescente e la concorrenza nel settore dei sistemi di infotainment, la sua posizione – è stato sottolineato - deve essere rafforzata e le emittenti in questo senso devono fare la loro parte provando a “raggiungere gli utenti attraverso accattivanti contenuti visivi sotto forma di metadati”.

Grande interesse, infine, si è registrato intorno ad una sessione dedicata al consumo energetico e alla distribuzione di DAB + , partendo soprattutto da un recente studio della BBC che indica che il DAB ha l'impronta energetica più bassa per dispositivo all'ora rispetto a AM, FM, DTV e IP.

scopri di più

logo footer

Società Consortile a R.L.

P.iva 11543951005 

REA RM - 1310734

Via Borgo Angelico 8

00193 Roma

mediadab@pec.it

 

Meteo Lazio

Meteo Lazio